I sacchetti di plastica sono il vero male? E’ necessario scegliere quale battaglia vogliamo combattere

Le borse di tela solo entrate dell’immaginario comune come un accessorio sostenibile e green che va preferito di gran lunga alla diabolica plastica dei sacchetti per la spesa. Dall’aspetto rassicurante e composte da cotone per il 100%, sembrano essere la manna per contrastare il consumo eccessivo di plastica. Ma in realtà delle pubblicazioni di importanti menti scientifiche del nostro secolo, affermano il contrario. Infatti uno studio condotto nel 2011 dall’environment agency inglese ipotizza che le borse migliori ad oggi esistenti per ridurre l’inquinamento e le emissioni di anidride carbonica sono proprio quelle di plastica, a patto che tali sacchetti vengano riutilizzati più volte.


Le borse di tela sono considerate le peggiori in quanto hanno un impatto ambientale maggiore se si va ad analizzare tutto il loro ciclo produttivo. Il Ministero dell’Ambiente e del Cibo della Danimarca ha pubblicato un articolo nel 2018 dicendo appunto che le borse di plastica sono migliori per l’ambiente delle borse di cotone: “Queste hanno bisogno di essere riutilizzate migliaia di volte per avere lo stesso impatto ambientale di un sacchetto di plastica leggero”. La ricerca esamina i diversi tipi di borse della spesa andando a valutare tutto il loro cicli di vita: dall’estrazione della materia prima, al modo in cui le borse vengono utilizzate e poi scartate. Quindi per definire ecologico un tipo di sacchetto si dere andando a scegliere una diversa categoria di impatto, come il cambiamento climatico, la tossicità e uso dell’acqua.

“È praticamente impossibile per una borsa essere la più dannosa, con la stessa percentuale, in ogni categoria di problema ambientale. Quindi si deve decidere, quando si parla dell’impatto sull’ambiente, quale impatto siamo più interessati a mitigare?”. Questo lo dice David Tyler, professore nel Dipartimento di Chimica e Biochimica dell’Università dell’Oregon .

In questi studi di valutazione dei cicli di vita i sacchetti di plastica sembrano essere maggiormente green delle borse di cotone. Questo perché il cotone richiede molta terra, acqua e fertilizzanti per crescere, oltre a dover essere raccolto, lavorato e portato sul mercato. Se vogliamo complicare la situazione, un altro studio australiano del 2007 ha scoperto che i sacchetti di plastica hanno anche un’impronta di carbonio inferiore rispetto ai sacchetti di carta. “Fare carta dagli alberi invia molti rifiuti alla discarica”, avrebbe detto lo stesso Tyler. Il trasporto di 1.000 sacchetti di carta in tutto il paese con un camion consuma molto più carburante rispetto al trasporto di 1.000 sacchetti di plastica sottili.

Per cui, per quale battaglia siamo disposti a combattere? Sarà di certo impossibile, qualsiasi scelta si faccia, non andare ad intaccare almeno uno dei tanti delicati tema di importanza ambientale.

  • Se si sceglie di portare alta la bandiera a favore dei diritti marini, i sacchetti di carta sono migliori perché la carta si degrada e resta per anni.
  • Se invece vuoi limitare l’impatto ambientare dato dalle coltivazioni intensive di cotone, non dovrai sicuramente prediligere le borse di tela.

Molti degli esperti affermano che usare i sacchetti di plastica riutilizzabili, fatti di plastica riciclata, nylon o polipropilene intrecciato, è la cosa migliore: “Puoi usarli centinaia di volte, possono durare anche un paio di anni in buona forma. Sono borse sono resistenti e possono essere facilmente pulite se, per esempio, escono fuori dei liquidi”.

L’unico obbiettivo certo è che per mettere in atto una scelta consapevole bisogna chiedersi quante volte questo sacchetto può essere riutilizzato, anche se si tratta di un sacchetto di plastica monouso. Travis Wagner, professore al Dipartimento di Scienze Ambientali & Politica presso l’Università del Maine meridionale ha detto: “Tutte queste borse hanno la loro utilità solo se le si usa un numero significativo di volte”. La differenza quindi la facciamo soltanto noi, con le azioni quotidiane, rendendo possibile la minor quantità di rifiuti, sia di plastica che di carta. Le regole sono:

  • riutilizza il sacchetto più volte che puoi, anche se si tratta di un sacchetto di plastica monouso;
  • mettere in atto una migliore raccolta differenziata e il riciclaggio dei rifiuti, in particolare nei paesi in via di sviluppo.

Stati Uniti, salta l’accordo di Parigi e le emissioni di CO2 aumentano

Related

Leave a reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest posts

Cosa sta succedendo in Australia? 50 mila km bruciati e 90 gli incendi nello stato

Nel Nuovo Galles del Sud gli incendi vanno avanti da 4 mesi e adesso è stato dichiarato lo stato di emergenza, come...

I conflitti mondiali più importanti del 2019

Il 2019 è agli sgoccioli; presto si chiuderà il secondo decennio di un epoca ricca di cambiamenti ed innovazioni tecnologiche che però...

Strage a Mogadiscio: il bilancio è di 92 morti e più di 120 feriti

La mattina del 28 dicembre 2019, Mogadiscio, capitale della Somalia, è stato teatro di un attacco terroristico che ha portato il più...

Categories