Cosa sta succedendo in Australia? 50 mila km bruciati e 90 gli incendi nello stato

Nel Nuovo Galles del Sud gli incendi vanno avanti da 4 mesi e adesso è stato dichiarato lo stato di emergenza, come per lo stato di Victoria.

La situazione non sembra destinata a placarsi date le elevate temperature che nelle scorse settimane sono arrivate superare i 40° C e i forti venti capaci di trasportare braci e accendere fuochi lontano dal punto di origine. Sembra quindi la conseguenza dell’ondata di caldo che ha seguito la primavera più secca degli ultimi anni ha rendere le condizioni dell’Australia al limite.

Come ha scritto il New York Times, l’inizio di tutto è avvenuto a settembre, con l’incendio scaturito a Binna Burra Lodge, uno stabilimento alberghiero in una zona delle montagne del Queensland.

L’ultimo week end

Tre incendi si sono uniti per formare un unico grande rogo che, a quanto affermato dalla CNN, sembra essere più grande del distretto di New York di Manhattan: 37 km di diametro. La capitale Canberra ha raggiungendo i 44° C sabato pomeriggio, nel sobborgo occidentale di Penrith, a Sydney, si sono toccati i 48,9 gradi. Andy Gillham dal gruppo di controllo degli incidenti a Gippsland ha detto:

“Il fuoco sta facendo quello che vuole del territorio”.

Mappa pubblicata dall’ufficio metereologico del governo australiano. Mette in evidenza le zone con i più bassi valori di piogge registrate nel periodo che va dal gennaio 2017 all’ottobre 2019 (di colore rosso intenso), coincidenti con le zone in cui sono scaturiti gli incendi.

La situazione

100 mila sono le persone attualmente evacuate nei 3 stati colpiti:

  • 24 comunità a Victoria sono tuttora isolate,
  • A Gongeerah e Bonang decine di persone sono irraggiungibili,
  • A Nowa Nowa non c’è elettricità da lunedì e la fonte di informazioni e allerta è soltanto una radio in un parcheggio diventato accampamento e mensa,
  • A Genoa sono intrappolati cento abitanti,
  • Sul lago Conjola, nel Nuovo Galles del Sud, un residente è riuscito a salvare due famiglie di campeggiatori facendo loro posto sulla sua barca, mentre il fuoco correva sulle due sponde.
  • A Mallacoota, cittadina del Gippsland orientale irraggiungibile via strada, le navi della Marina militare stanno portando in salvo una parte dei quattromila fra residenti e turisti, molti dei quali hanno dovuto rifugiarsi sulle spiagge la notte di Capodanno.
  • I morti sono 24, l’ultimo nella notte fra sabato e domenica.
  • morti (almeno) 480 milioni di animali, stima che include mammiferi, uccelli e rettili, ma non comprende insetti, pipistrelli o rane.

Il fuoco ha inoltre raso al suolo ettari di terreno:

  • L’isola ha già perso 150.000 ettari, oltre a molte abitazioni e residence.
  • 40 mila chilometri quadrati di boschi nel solo Nuovo Galles del Sud, e 50 mila in totale.

Da domenica mattina sul campo ci sono oltre 3mila militari della riserva richiamate dalle autorità australiane.

I Koala a rischio

A novembre, gli esperti di fauna selvatica avevano riferito al Parlamento del Nuovo Galles del Sud che almeno 2 mila koala erano morti negli incendi boschivi e che tale crisi ha aumentato il rischio di estinzione del koala.

La colpa va data al riscaldamento globale?

La Bbc ha spiegato: “Dare una risposta scientificamente corretta è complicato. Di certo un clima più caldo e più secco contribuisce a rendere gli incendi più frequenti e più intensi. Su questo la comunità scientifica è chiara”.

I conflitti mondiali più importanti del 2019

Related

Leave a reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest posts

Cosa sta succedendo in Australia? 50 mila km bruciati e 90 gli incendi nello stato

Nel Nuovo Galles del Sud gli incendi vanno avanti da 4 mesi e adesso è stato dichiarato lo stato di emergenza, come...

I conflitti mondiali più importanti del 2019

Il 2019 è agli sgoccioli; presto si chiuderà il secondo decennio di un epoca ricca di cambiamenti ed innovazioni tecnologiche che però...

Strage a Mogadiscio: il bilancio è di 92 morti e più di 120 feriti

La mattina del 28 dicembre 2019, Mogadiscio, capitale della Somalia, è stato teatro di un attacco terroristico che ha portato il più...

Categories